AL VIA LUBEC, LUCCA BENI CULTURALI

Dal 17 al 19 Ottobre grazie a LuBeC, Lucca sarà per tre giorni “la capitale della tecnologia per i beni culturali”, il luogo di incontro dell’eccellenza dell’industria pubblica e privata sulla valorizzazione dei beni culturali e il marketing turistico – territoriale. Una rassegna espositiva con una parola d’ordine  “Cultura: password per il futuro”  che prevede  focus group, workshop, dibattiti e seminari per proporre innovazione di processo e di prodotto, con al centro il rapporto pubblico/privato per fornire nuovi strumenti che favoriscano le straordinarie potenzialità di sviluppo del Sistema Italia.

Lubec è organizzato da Promo PA Fondazione con il supporto di Comune di Lucca, Provincia di Lucca, Camera di Commercio di Lucca, Fondazione Banca del Monte di Lucca, Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e Regione Toscana.

Il fil rouge che collega gli incontri di questa IX edizione di Lubec (acronimo di Lucca Beni Culturali) sarà l’occupazione: occupazione intesa come nuove opportunità e competenze per una filiera che deve confrontarsi e integrarsi con altri comparti come la Green Economy, il Turismo, l’ICT, il Made in Italy.

Dunque occupazione dal punto di vista del privato per i giovani, per i professionisti, per le imprese che sviluppano nuove competenze nell’epoca delle “Smart Cities” ed applicano le nuove tecnologie ai beni culturali per la fruizione, la gestione, il riuso, la comunicazione, la divulgazione.

Occupazione, altresì, dal punto di vista della PA che mette in campo strategie di sviluppo individuando nuove azioni progettuali e di processo, guardando anche alla programmazione europea 2014-2020.

Grazie alla collaborazione e alla partecipazione di enti ed imprese si presenteranno strumenti tecnologici e applicazioni per migliorare i servizi, l’accessibilità e l’appetibilità delle nostre destinazioni turistico-culturali, opportunità finanziarie e progettuali per chi vuole investire nel settore, si tratterà del necessario rinnovamento del rapporto musei/imprese e della formazione orientata ai nuovi mercati, ma anche del ruolo del terzo settore.

 

La rassegna si inaugura il 17 Ottobre con un grande convegno di apertura, una sessione plenaria dedicata alla Cultura Navigatore per lo Sviluppo” per stimolare la riflessione sulle nuove opportunità offerte dalle nuove tecnologie  a sostegno dei beni culturali. Sul tema della “Cultura e politiche del fare “ si confronteranno quindi esponenti della Pubblica Amministrazione e delle Imprese. Carlo Flamment, Presidente del Formez traccerà nel suo intervento introduttivo il tema della Cultura come motore e moltiplicatore dello Sviluppo. Marco Carminati responsabile della “Domenica” di Sole24Ore si confronterà con imprenditori che da anni investono in cultura e in nuove tecnologie come Paolo Carli, Presidente della Fondazione Henraux e con i manager di Gucci e di Baldi a confronto con Antonia Recchia del Ministero Beni Culturali e Turismo e con Cristina Scaletti Assessore alla Cultura e Turismo della Regione Toscana.

Nell’ambito della rassegna espositiva, infine, saranno creati vari momenti di scambio internazionale e presentazioni, che permettano il trasferimento di know-how nel settore delle tecnologie avanzate con particolare riferimento all’area dei Beni Culturali. Vediamone alcuni:

  • Workshop sull’accessibilità “La città per tutti: vivere, conoscere e muoversi accessibile” che coinvolgerà la Lega Internazionale delle Città Accessibili (Lucca, Torino, Àvila, Viborg, Mulhouse, Sozopol), dove verrà presentato lo stato dell’arte dei progetti per rendere le città davvero patrimonio comune di tutti. Verrà anche illustrato il Progetto Accessibilità patrocinato da Fondazione Banca del Monte di Lucca.
    • Le opportunità dello sviluppo della Via Francigena in “Camminando verso sud”, organizzato con la Regione Toscana, Settore progetti speciali per il turismo. Si parlerà dello stato dell’arte e delle opportunità di sviluppo di questa arteria, che attrae un numero sempre più grande di persone e che può diventare un volano per l’economia e l’occupazione dei territori che attraversa. Nell’occasione si presenterà anche un’indagine realizzata nel web, estraendo l’opinione espressa dai “web navigator” sulla Francigena e i suoi servizi.
  • Il progetto Lucca Heritage” come esempio di Istituzioni che collaborano e si integrano.  Nel corso dei lavori si parlerà del 500 anniversario delle Mura di Lucca e verrà proiettato un filmato sul più grande recupero e rifunzionalizzazione effettuato in Italia nel corso del 2013, quello del Complesso Conventuale di S. Francesco curato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. Inoltre gli sviluppi del Grande Progetto per il Cinquecentenario delle Mura e il recupero di Casa Puccini, sempre da parte della Fondazione.
  • Presentazione dei risultati della ricerca inedita sviluppata da Promo PA per Formez PA sulle Città d’Arte: una ricerca sviluppata analizzando il “Sentiment della Rete sulle Città d’Arte”, ovvero cosa si dice e si scrive nei Social Network. Le Città d’Arte e i luoghi esaminati sono sette, tra cui Lucca oltre a Napoli, Amalfi, Costiera Amalfitana, Lecce, Palermo, Roma.

 

  • Un workshop sviluppato con la Fondazione Giacomo Puccini parlerà dei nuovi Bookshop dei Musei, come possibilità di sviluppo occupazionale e di business per l’artigianato tradizionale ma anche per quello tecnologico e digitale. Il Workshop affronta il rapporto musei/artigianato/tecnologie, puntando sulla necessità di progetti e produzioni Made in Italy, per proporre un diverso modello di bookshop dove il merchandising possa essere veicolo di divulgazione della nostra identità culturale.

 

  • La presentazione del libro Per un’Italia possibile – la cultura salverà il nostro paese? di e con Ilaria Borletti Dell’AcquaBuitoni: “Un Paese che riconosce la propria identità culturale è un Paese in cui si vive meglio. Il riscatto può nascere solo dalla bellezza che, nonostante tutto, vince”. Come la Cultura può essere una via per ritrovare quell’orgoglio per la propria identità, necessario per ricostruire un Paese afflitto da una crisi senza precedenti?

 

  • Spazio al terzo settore con il progettoMagna Charta del Volontariato per i Beni Culturali” sviluppato da Cesvot e Fondazione Promo PA e che nel  2013 entra nella sua fase attuativa. Scopo della Magna Charta è favorire il riconoscimento, la programmazione e l’organizzazione dell’attività del volontariato dei beni culturali e integrare la sua azione con quelle delle istituzioni statali e locali attraverso un progetto pilota che possa costituire un modello replicabile ed esportabile.
  • Si parlerà della nuova Legge Valore Cultura e in particolare delle forme di coinvolgimento dei privati nella valorizzazione dei beni culturali, nella sessione curata da Istituto di Credito Sportivo e con la partecipazione di Agenzia del Demanio con la presentazione del Progetto Dimore e dell’ADSI. In questo contesto è da segnalare la presentazione di un testo di Eduardo Gugliotta di ICS, un vera guida per redigere un Business Plan per la valutazione economico finanziaria dei progetti nel settore cultura.

 

  • Il tema delle Reti di Imprese è affrontato in un convegno curato da Camera di Commercio di Lucca dal titolo “Caduti nella Rete?” e dedicato al credito, all’internazionalizzazione e allo sviluppo di nuove forme di aggregazione delle PMI per consentire una maggiore organizzazione e forza sui mercati.

 

  • Sono tre i momenti di incontro chiamati “Focus Occupazione” e dedicati ad approfondimenti tematici e momenti di studio dedicati alle modalità di fruizione dei Patrimoni Culturali .Vediamoli:
  • Il Focus Occupazione 1 è una sessione di discussionecon Mojtaba Navvab dell’Università del Michigan, ISIA,  Florence Academy of Art, Fondazione Campus, coordinata da FrancoGugliermetti de La Sapienza di Roma  sulla Formazione per la valorizzazione del patrimonio culturaleper illustrare le esperienze formative interdisciplinari di successo nell’ambito dei beni culturali e la nuova tecnologia orientata a facilitare l’inserimento dei propri studenti nel mondo del lavoro.
  • Il Focus Occupazione 2 è dedicato all’Information Technology  e presenta storie di successo legate all’applicazione delle tecnologie ai beni culturali; il tema sarà affrontato secondo il quadro definito dall’Agenda Digitale e si avvarrà di testimonianze di pubblico e privato.
  • Il Focus Occupazione 3 è dedicato al tema dell’Efficienza energetica negli edifici storici

Tra le “Buone Pratiche” da segnalare gli interventi di Alexandra Troi, vicedirettrice dell’Istituto per le energie rinnovabili dell’EURAC e Sergio Gatteschi presenterà l’esperienza del progetto SERPENTE per il miglioramento dell’efficienza energetica negli edifici storici pubblici

  • Come sempre a Lubec trovano spazio le Imprese innovative nella rassegna espositiva LuBec Digital Technology dove si mettono in mostra le start up create da giovani che hanno sviluppato esperienze positive e di successo, anche grazie al supporto di Enti e Istituzioni che hanno investito nei progetti.  Uno spazio dedicato ai Giovani e al Mondo Digitale con la presentazione di tante storie di successo da parte di Associazioni e Artigiani Digitali, creatori e sviluppatori di varie App, di Stampanti 3D e di soluzione da smartphone di Realtà Aumentata per il settore museale e dei beni culturali.

Sabato 19 Ottobre invece, terminate le sessioni al Real Collegio, Lubec si apre alla città con le tante iniziative che vanno sotto il nome di “Lucca Aperta per Lubec”. Previste aperture straordinarie , visite guidate, proiezioni, spettacoli. Sarà possibile essere accompagnati a visitare il Complesso Conventuale di San Francesco, il Museo del Risorgimento, i Musei Nazionali di Palazzo Mansi e di Villa Guinigi. Non mancheranno i percorsi dedicati alla celebrazione delle Mura di Lucca. Tra gli spettacoli in programma quello di Elisabetta Salvatori per Venerdì 18 con una serata speciale dedicata a Ilaria del Carretto, simbolo di bellezza e icona della città.

Annunci

Tag:, , ,

Categorie: EVENTI & FIERE, TENDENZE

Iscriviti

Iscriviti al nostro feed RSS e ai nostri profili sociali per ricevere aggiornamenti.

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: